現在在庫切れです。
この商品の再入荷予定は立っておりません。

無料のKindleアプリをダウンロードして、スマートフォン、タブレット、またはコンピューターで今すぐKindle本を読むことができます。Kindleデバイスは必要ありません 詳細はこちら

Kindle Cloud Readerを使い、ブラウザですぐに読むことができます。

携帯電話のカメラを使用する - 以下のコードをスキャンし、Kindleアプリをダウンロードしてください。

KindleアプリをダウンロードするためのQRコード

携帯電話またはEメールアドレスを入力する

リクエストを処理しています...

「リンクを送信」を押すと、Amazonの利用規約に同意したことになります。

お客様は、AmazonまたはAmazonの代理業者からのKindleアプリに関する自動テキストメッセージを、上記の携帯電話番号に受信することに同意するものとします。同意は購入の条件ではありません。メッセージおよびデータ料金が適用される場合があります。

裏表紙を表示 表紙を表示
サンプルを聴く 再生中... 一時停止   Audible オーディオエディションのサンプルをお聴きいただいています。

著者をフォロー

何か問題が発生しました。後で再度リクエストしてください。


L'educazione ペーパーバック – 2018/5/31

5つ星のうち4.4 648個の評価

価格
新品 中古品
ペーパーバック, 2018/5/31

この商品には新版があります:

L'educazione
¥2,891
(648)
通常2~3日以内に発送します。

登録情報

  • 出版社 ‏ : ‎ Feltrinelli Traveller (2018/5/31)
  • 発売日 ‏ : ‎ 2018/5/31
  • 言語 ‏ : ‎ イタリア語
  • ペーパーバック ‏ : ‎ 380ページ
  • ISBN-10 ‏ : ‎ 8807032937
  • ISBN-13 ‏ : ‎ 978-8807032936
  • 寸法 ‏ : ‎ 22.2 x 3 x 14.2 cm
  • カスタマーレビュー:
    5つ星のうち4.4 648個の評価

著者について

著者をフォローして、新作のアップデートや改善されたおすすめを入手してください。
Brief content visible, double tap to read full content.
Full content visible, double tap to read brief content.

著者の本をもっと発見したり、よく似た著者を見つけたり、著者のブログを読んだりしましょう

カスタマーレビュー

5つ星のうち4.4
星5つ中の4.4
648 件のグローバル評価

この商品をレビュー

他のお客様にも意見を伝えましょう

上位レビュー、対象国: 日本

日本からの0件のレビューとお客様による0件の評価があります

他の国からのトップレビュー

erigibbi
5つ星のうち4.0 Recensione a cura del BLOG erigibbi.it
2019年3月18日にイタリアでレビュー済み
Amazonで購入
カスタマー画像
5つ星のうち4.0 Recensione a cura del BLOG erigibbi.it
2019年3月18日にイタリアでレビュー済み
L’educazione è una sorta di memoir di Tara Westover, cresciuta nell’Idaho assieme ai suoi fratelli e a sua sorella in una famiglia di mormoni estremisti (non so se estremisti sia il termine corretto, ma credo renda bene l’idea). Lei e i suoi fratelli hanno infatti ricevuto un’istruzione a casa (solo per qualche anno però); non potevano andare in ospedale o rivolgersi a medici professionisti per nessun motivo (d’altronde a cosa servono i medici se tua madre vende unguenti miracolosi?); non avevano un certificato di nascita e dovevano essere pronti alla fine del mondo.

Fa sempre una certa impressione leggere storie di questo tipo perché noi non siamo abituati a questo. Fin da piccoli i nostri genitori ci vaccinano (anche se al giorno d’oggi non è più scontato nemmeno questo), ci comprano i libri per bambini, ci portano all’asilo, poi ci mandano a scuola, magari il papà comincia a preoccuparsi quando cominciamo a metterci un po’ di rimmel o un filo di rossetto, ma di sicuro non si rivolge a noi dicendoci che siamo delle p*****e e il nostro fratello più grande non ci spezza il polso né ci mette la testa nel water (ok, ovunque ci sono famiglie disagiate, e non sto usando questo termine in modo offensivo, che magari hanno un padre o un fratello violento, ma diciamo che la “normalità” è quella che tutti noi conosciamo).

Devo dire che la storia di Tara mi ha effettivamente colpito. Ogni volta ero convinta che più a fondo non si potesse andare, ma dopo poche pagine venivo smentita. Com’è possibile mettersi in macchina con una tormenta di neve? Com’è possibile farlo due volte, nonostante la prima volta la tua decisione scellerata da capofamiglia ha rischiato di farti perdere tutti quanti? Com’è possibile non chiamare un medico quando tuo figlio cade da metri e metri di altezza sbattendo la testa al suolo non una, ma due volte? Com’è possibile non chiamare un medico quando tuo figlio si è ustionato parte del corpo o si è quasi tranciato via un braccio? Com’è possibile non chiamare un medico quando tu stesso hai rischiato di morire? Com’è possibile non concepire che i tuoi figli sono liberi di andarsene da casa perché vogliono un’istruzione e che se lo fanno non sono figli del demonio?

So solo questo: che quando mia madre disse che non era stata la madre che avrebbe voluto, diventò quella madre per la prima volta.

Qui subentra il disturbo mentale, e il problema è la follia condivisa, quando il disturbo mentale di un singolo prende il sopravvento sulle persone che gli stanno accanto e che cominciano a pensare come quella persona o a farsi manipolare tanto da annullare i propri desideri e i propri pensieri.

Penso che tra tutte le cose che ho letto all’interno de L’educazione quello che mi ha stupita di più sia stata la resilienza di Tara perché sono sicura che se ci fossi stata io al suo posto, non sarei riuscita a rimanere sana di mente in una famiglia del genere. Per cui non riesco nemmeno a giudicare Audrey per esempio, che ha cambiato versione, che non è riuscita a reagire e che si è fatta manipolare ancora una volta. Non riesco ad arrabbiarmi con lei o a indignarmi perché io probabilmente avrei fatto come lei. Non so se sarei riuscita a essere forte tanto quanto lo è stata Tara. Non lo so.

“Non sei come la pirite, che luccica solo in una luce particolare. Chiunque diventerai, qualunque cosa farai, lo sei sempre stata. Era già dentro di te. Non a Cambridge. Dentro di te. Sei oro. E tornare alla Brigham, oppure a quella montagna da cui vieni, non cambierà chi sei. Può cambiare come ti vedono gli altri, può cambiare perfino come ti vedi tu – anche l’oro appare sbiadito sotto certe luci – ma è quella l’illusione. E lo è sempre stata.”

Nelle sfortune della sua vita almeno un briciolo di fortuna Tara l’ha avuto: ha incontrato un prete e un professore che fin da subito hanno creduto in lei, nelle sue capacità, e l’hanno aiutata, l’hanno spronata, l’hanno sostenuta, non le hanno voltato le spalle, non si sono arresi.

Non posso dire che L’educazione non mi sia piaciuto, anzi, però mi aspettavo qualcosina in più. La storia di Tara, purtroppo, per me non rappresenta una novità: mi sono capitati articoli, casi clinici all’Università, documentari o film a riguardo per cui quello che lei ha scritto sì, mi ha in qualche modo sconvolto, perché storie di questo tipo non possono fare altro che sconvolgere, ma per me non è stata una novità, non mi ha detto nulla di nuovo. Per di più il libro all’inizio non mi ha coinvolta come mi aspettavo, è stato solo quando Tara ha iniziato a studiare e si è allontanata da Buck Peak che sono rimasta catturata dalla lettura.

Credo poi che L’educazione prenda più per la storia in sé che per il modo in cui è stata narrata. Trovo infatti che lo stile di Tara Westover sia molto semplice, quasi elementare e anche da questo punto di vista mi aspettavo qualcosa in più.

Per non parlare poi dei refusi all’interno di questo libro, altra cosa che da una casa editrice come la Feltrinelli non mi aspetto, considerando anche il prezzo a cui il libro viene venduto.

Ovviamente non voglio essere fraintesa, L’educazione di Tara Westover mi è piaciuto molto, mi ha permesso di sentirmi fortunata e mi ha fatto conoscere una storia di cui ero all’oscuro, delle vite che tendo a dimenticare, a pensare che non possano più esistere, quando chiaramente così non è.
このレビューの画像
カスタマー画像
カスタマー画像
20人のお客様がこれが役に立ったと考えています
違反を報告する
giuliana
5つ星のうち2.0 Nessuna emozione
2020年4月19日にイタリアでレビュー済み
Amazonで購入
13人のお客様がこれが役に立ったと考えています
違反を報告する
Bunna
5つ星のうち5.0 Uno dei più bei libri letti negli utlimi anni
2018年9月3日にイタリアでレビュー済み
Amazonで購入
15人のお客様がこれが役に立ったと考えています
違反を報告する
Giuliano Gallavotti
5つ星のうち5.0 Autobiografia appassionata
2018年7月3日にイタリアでレビュー済み
Amazonで購入
24人のお客様がこれが役に立ったと考えています
違反を報告する
Cliente Amazon
5つ星のうち5.0 Libro Autobiografico
2018年12月5日にイタリアでレビュー済み
Amazonで購入
7人のお客様がこれが役に立ったと考えています
違反を報告する